Manifesto

Prova valutativa in campo

   Prova valutativa in campo

    Dopo aver stabilito le regole della potatura semplificata dell'Olivo allevato a Vaso Policonico da Terra si è reso necessario andare oltre i Corsi organizzati in tanti anni. Quindi una necessità e una opportunità di confronto data a tutti i partecipanti.

La Prova valutativa in campo di Potatura dell’Olivo allevato a Vaso Policonico rappresenta un momento di confronto a conclusione di percorsi formativi annualmente intrapresa dalla Scuola di Potatura dell’Olivo (www.scuolapotaturaolivo.it) in gran parte del territorio olivicolo nazionale. Le iniziative, a dimostrazione della diversità territoriale del settore, interessano ogni Regione con l’obiettivo di coinvolgere professionisti del settore, hobbisti, tecnici ed ogni altra tipologia di addetti, nella padronanza e nella divulgazione dei principi basilari per la corretta esecuzione della potatura.

La proposta riguarda essenzialmente la semplificazione della tecnica con rapidi ed essenziali interventi annualmente eseguiti senza penalizzare il potenziale produttivo degli alberi ed anche riducendo i tempi di lavoro. Le operazioni potranno essere eseguite direttamente da terra grazie all’ampia ed innovativa gamma di attrezzature manuali, elettriche e pneumatiche dotate di prolunga telescopica che consentono di evitare l’uso delle scale causa fonte, spesso, di gravi infortuni sul lavoro.

LA PROVA VALUTATIVA IN CAMPO RAPPRESENTA L'ESAME CONCLUSIVO PER L'OTTENIMENTO ALL'ABILITAZIONE A POTATORE CERTIFICATO


Divulgazione Corsi di Formazione dal 1990 a cura di Giorgio Pannelli

    Nelle diverse edizioni delle prove valutative in campo si è instaurato un confronto fra olivicoltori e tecnici per affermare e divulgare i principi fondamentali che devono essere adottati per una equilibrata potatura delle piante. Una opportunità che si rinnova in diversi appuntamenti nell'arco dell'anno, e tutt'ora assume, un ruolo di momento catalizzatore per affinare ulteriormente la tecnica della potatura e le proprie esperienze.
Con la SCUOLA POTATURA OLIVO si ha un vero e proprio esame, valutato da giudici preparati dalla stessa Scuola, aggiornati (vengono organizzate giornate appositamente dedicate agli allineamenti degli stessi) e sempre pronti a migliorarsi. Ogni Esame in campo ha come valutatori il presidente di Giuria (necessairamente un Formatore della Scuola) e almeno due Giudici/Maestri, sempre e soltanto appartenenti alla Scuola.


Il Trofeo Roventini dedicato al fu prof. Roventini ideatore della forma di allevamento proferita dalla Scuola

    Regole della Prova Valutativa in Campo

a) Ogni partecipante alla prova dovrà dotarsi di attrezzatura propria per l’esecuzione dei tagli.
b) È ammessa solo attrezzatura manuale ( forbici, seghetto e svettatoio. Non è permesso l’uso di altra attrezzatura agevolata da dispositivi elettrici, pneumatici o a motore) e la potatura avverrà con operazioni effettuate da terra.

Prova richiesta: potatura di produzione/riforma a Vaso Policonico.
Ogni partecipante dovrà operare su tre piante adulte in un tempo massimo di 30 minuti (10 minuti per pianta).
La prova è valutata da una Giuria presieduta da un formatore e da giudici della Scuola di Potatura Olivo.

Parametri valutati dalla Giuria sui quali verrà stilata la Classifica finale
                    1. Conformazione della cima (punteggio da 0 a 4)
                    2. Equilibrio tra le branche primarie (punteggio da 0 a 4)
                    3. Numero e disposizione delle branche secondarie (punteggio da 0 a 4)
                    4. Equilibrio vegeto-produttivo (punteggio da 0 a 4)
                    5. Rispondenza alla conformazione ideale (punteggio da 0 a 4)

Punteggio minimo è 36/60, punteggio massimo 60/60.

Se parità di punteggio verrà considerato il fattore tempo.

    La prova rappresenta un momento di confronto di elevato livello fra "cultori della potatura".
    Una partecipazione, quindi, di elevata professionalità con livello tecnico che in questi ultimissimi anni si è elevato esponenzialmente (testimonianza di un percorso non sempre facile) . Ogni partecipante non è soltanto colto in materia di potatura ma ha ben presente quali sono le esigenze fisiologiche della pianta che deve gestire. Questo innalzamento culturale, essenzialmente dovuto ai corsi costantemente aggiornati alle nuove esigenze di un "pianeta che cambia", fa del futuro potatore certificato un professionista serio e attento non soltanto nello specifico ambito dell'olivo ma dell'oliveto inserito nel territorio.
    I risultati ottenuti, da ritenere positivi, richiedono però ulteriori azioni rivolte a divulgare "l’arte della potatura" con l’istituzione dei suddetti corsi la cui didattica teorica e pratica deve avere una sua continuità nel tempo e non limitata al solo periodo formativo.

    Ecco perché la Scuola offre un iter formativo serio articolato in tre punti:
a) partecipazione al Corso Base
b)partecipazione al Corso avanzato
c)Esame valutativo (prova) in campo: requisito minimo è l'ottenimento di un punteggio minimo di 45/60, vedi sezione dedicata).
Al termine si potrà richiedere gratuitamente e per sempre l'iscrizione all'elenco nazionale dei Potatori certificati.


Momenti di Prova in Campo

Read more...
Subscribe to this RSS feed